L’etichetta energetica

Il CECE valuta due caratteristiche sulla base dell'etichetta energetica:

L'efficienza dell'involucro dell'edificio

L'efficienza dell'involucro dell'edificio descrive la qualità dell'isolamento termico dell'involucro dell'edificio. Ciò include l'isolamento termico delle pareti, del tetto, dei pavimenti e la qualità delle finestre. Sono inclusi anche i ponti termici (ad es. balconi) e la forma dell'edificio.

L'efficienza dell'involucro dell'edificio è il parametro più importante per valutare il fabbisogno di calore di un edificio.

Efficienza energetica globale

L'efficienza energetica globale di un edificio comprende non solo il fabbisogno termico, ma anche l’impiantistica dell'edificio - cioè la produzione di calore, compresa l'acqua calda - e il fabbisogno di energia elettrica. Le fonti energetiche utilizzate vengono ponderate: l'uso di energie rinnovabili e/o di una pompa di calore portano ad una valutazione migliore.

Caratteristiche tipiche delle classi CECE nell'etichetta energetica

 

Efficienza dell’involucro dell’edificio

Efficienza energetica globale

A

Ottimo isolamento termico (tetto, facciata, cantina), finestre con tripli vetri isolanti basso-emissivi (p.es: Minergie-P).

Tecnica della costruzione molto efficiente per produrre calore (riscaldamento e acqua calda) e illuminare. Apparecchi energeticamente efficienti. Utilizzo di energia rinnovabile e produzione propria di energia (p.es: Minergie-A).

B

Edifici con un involucro termico che soddisfi i requisiti di legge

Involucro e tecnica della costruzione che soddisfano gli standard per i nuovi edifici. Utilizzo di energia rinnovabile (p.es: ammodernamento di sistema Minergie).

C

Edifici esistenti con involucro completamente rinnovato (p.es: ammodernamento di sistema Minergie).

Edifici esistenti completamente rinnovati (isolamento termico e tecnica della costruzione). Principalmente con l’utilizzo di energia rinnovabile.

D

Edificio esistente con un isolamento aggiuntivo completo e soddisfacente, sebbene siano presenti dei ponti termici.

Ampio rinnovamento dell’edificio esistente, ma con ovvie carenze a livello di tecnica della costruzione o che non contemplano l’utilizzo di energia rinnovabile.

E

Edifici esistenti con miglioramenti sostanziali dell’isolamento termico, inclusi nuovi vetri isolanti basso-emissivi.

Rinnovo parziale di edifici esistenti, come ad esempio impianti di produzione di calore ed eventualmente nuove installazioni e illuminazione.

F

Edifici parzialmente isolati.

Edifici risanati in parte e/o in singoli componenti (involucro, tecnica della costruzione, illuminazione, ecc.)

G

Edifici esistenti con al massimo un isolamento aggiuntivo incompleto o insoddisfacente e un grande potenziale di rinnovo.

Edifici esistenti con impianti vecchi e senza l’utilizzo di energia rinnovabile e con un grande potenziale di miglioramento.